Marshall

Quello che forse è il più celebre marchio di amplificatori per chitarra risale al 1962 quando Jim Marshall fondò l'azienda a Londra. 

Il primo modello (JTM-45) fu sviluppato da un team guidato dallo stesso Marshall e composto da Ken Bran, Dudley Craven, Ken Flegg e Richard "Dick" Findlay, mossi dalla necessità di sopperire alla difficile reperibilità di amplificatori per chitarra, copiando sostanzialmente il circuito elettronico del Fender Bassman del 1959. 

Le principali modifiche rispetto al modello di riferimento furono dettate principalmente da scelte di ordine pratico. Le valvole di potenza erano delle 5881 da surplus militare (rimpiazzate quasi subito dalle britanniche KT66). Per la preamplificazione vennero adottate valvole europee ECC83, caratterizzate da un guadagno superiore rispetto alle più comuni americane 12AX7.  I coni Jensen da 10 pollici originari erano in grado di gestire solo 15 watt ciascuno, cosa che portava Fender ad usarne quattro in parallelo. Marshall scelse di adottare un singolo cono di produzione inglese (Celestion) da 12 pollici, inserendolo in una cassa chiusa. 

Tutte queste combinazioni, più altre modifiche circuitali, portarono ad avere un amplificatore dal timbro caratteristico e molto più portato a distorsione rispetto al Bassman originario. 

Per la capacità di produrre elevato volume sonoro, necessario per i primi grandi concerti, questi amplificatori, vennero adottati rapidamente dai chitarristi rock, sia britannici che statunitensi. 

E iniziò la leggenda...



Tags:

Condividi sui socials:

Alcuni Prodotti Marshall