Come scegliere un pianoforte digitale? video

18.02.2017 - pubblicato in Approfondimenti e Tutorial da

Come scegliere un pianoforte digitale? Vediamo alcuni consigli pratici per la scelta di un pianoforte digitale.Cos’è un pianoforte digitale? I pianoforti digitali sono tastiere elettroniche che riproducono il suono e il tocco della tastiera pesata del pianoforte acustico. I suoni sono generati elettronicamente e non dai martelletti che percuotono le corde. Pertanto, non hanno bisogno di essere accordati e non hanno bisogno di manutenzione particolare. Possono essere montati su un mobile di supporto e la sola tastiera…

Vediamo alcuni consigli pratici per la scelta di un pianoforte digitale.

Cos’è un pianoforte digitale?

pianoforti digitali sono tastiere elettroniche che riproducono il suono e il tocco della tastiera pesata del pianoforte acustico. I suoni sono generati elettronicamente e non dai martelletti che percuotono le corde. Pertanto, non hanno bisogno di essere accordati e non hanno bisogno di manutenzione particolare. Possono essere montati su un mobile di supporto e la sola tastiera è facilmente trasportabile con una borsa o un fodero.

Il suono

Come detto, il suono del pianoforte digitale è prodotto elettronicamente e può avere diverse timbriche disponibili, dal Grand Piano all'Elettrico, anche organi, archi e altri suoni. Sono disponibili anche effetti integrati da usare a piacimento, quali riverbero, delay e chorus. Specialmente il riverbero è utile per dare spazialità al suono e, quando si suona in cuffia, può regalare davvero belle emozioni.

Come si amplifica?

A seconda dei modelli, un pianoforte digitale può avere degli altoparlanti integrati e/o le uscite jack per essere collegato ad un impianto di amplificazione. Inoltre, solitamente sono presenti una o due uscite cuffie che consentono di suonare in tutte le situazioni ambientali.

La tipologia dei tasti e la tastiera

Nel pianoforte digitale la tastiera è pesata per riprodurre la sensazione del funzionamento della meccanica del pianoforte acustico tradizionale. Solitamente i tasti sono in legno e hanno una meccanica a martelletti in miniatura. A differenza del pianoforte acustico, però, dove i martelletti percuotono fisicamente le corde per produrre il suono, nel pianoforte digitale i martelletti servono solamente a dare il senso del peso e dell’inerzia del tasto sotto le dita. Nei modelli più economici i tasti sono in plastica e la risposta dinamica del peso è data da molle. In questo caso la simulazione della tastiera di un pianoforte acustico è molto più approssimata e scadente.

Il numero dei tasti

Le misure di tastiera più diffuse sono la 61 tasti e la 88 tasti. Con 61 tasti si hanno a disposizione 5 ottave, che diventano 7 nei modelli a 88 tasti. La scelta può essere fatta tenendo in considerazione la possibilità espressiva concessa dal numero di ottave disponibili e, ovviamente, dal diverso ingombro che ha lo strumento.

Gli accessori

Gli accessori disponibili sono solitamente il mobile e lo sgabello o la panca, il leggio e il pedale del sustain. In fase di acquisto è bene sincerarsi che questi accessori, se richiesti, siano compresi, oppure includerli nel carrello. Il pedale del sustain è importante per poter dare la giusta dinamica espressiva, così come si fa con il pedale del pianoforte acustico tradizionale.

Anche il mobile o un supporto, e lo sgabello o una panca appositi sono determinanti per suonare con la corretta postura. E se vuoi suonare senza disturbare, anche un paio di cuffie, che consiglio di buona qualità per poter apprezzare il suono e la dinamica del piano.

Vedi i pianoforti digitali disponibili in vendita nel nostro reparto »»


L'Autore

Monica Moky Farronato Monica Moky Farronato
Team Leader - Chitarrista
Torino
logo Suoniamo!

Kawai ES100 Digital Piano Demo


Aggiungi un commento